giovedì 10 luglio 2014

Fiori estivi : tre pendenti su richiesta

Anche d'estate il ritmo non rallenta....ecco appena terminati alcuni lavori realizzati su richiesta, partendo da modelli  creati qualche tempo fa, ma naturalmente reinterpretati con qualche variante.
L'elemento comune è che si tratta di pendenti ispirati allo stile Art Nouveau, realizzati in filo metallico dorato o argentato, piegato e saldato, e arricchito da elementi floreali  in pasta polimerica.
Il primo è un pendente in filo dorato con papaveri, al centro dei fiori ho posto perle di fiume scure e microsfere, il pendente è completato da un cabochon e una perla pendente in corniola.
Il secondo pendente rappresenta un semplice fiore di campo, di quelli che crescono spontanei; ho creato il centro del fiore con un pavé di cristalli swarovski AB e microsfere,  complatando il montaggio con una goccia swarovski dalle sfumature dorate.
Infine l'ultimo pendente , un modello che è piaciuto molto e  che ho riproposto anche in altri colori; qui è nella versione originale in bianco, con fiori di Viburno, e perle di fiume bianchissime.

Here are three new pendants, made on demand and drawn from Art Nouveau style. They are all reproductions of pieces I made some time ago, and ech one has a metal wire structure, enriched with polymer clay flowers and leaves The first one has poppies and cornaline beads, the second one is a simple meadow flower, with the flower head made of swarovski crystals, and the last is a delicate arrangement of pearls, silver and polymer clay viburnum flowers.

1. "Papaver  rhoeas"




2. "Wilflower"




3. "Viburno"



3 commenti:

L angolo della casalinga ha detto...

Tre pendendi davvero splendidi... adoro il secondo, lo trovo così romantico...

http://langolodellacasalinga.blogspot.it/

Preziosi Pensieri ha detto...

Non so oggettivamente quale preferire. Rammento in un altro post la magnificenza del primo. I papaveri sono deliziosi, ma il primo che vidi resta per me insuperabile(il primo amore). Mi chiedo come tu abbia convinto il cabochon a starsene al suo posto. Il secondo è decisamente delicato, etereo e caldo. Il terzo lo rammento in un tutorial: mi piange il cuore, ma all'epoca non avevo scoperto la rivista, e quindi niente tutorial per me! Continua a deliziarci. Bello anche lo sfondo, semplice, in modo da dare risalto ai lavori.

Marina Lombardi ha detto...

Grazie della visita, ragazze, i vostri commenti fanno sempre piacere!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...